Autoradio a confronto: le migliori in assoluto del 2021, caratteristiche indispensabili

Quale autoradio acquistare per la propria vettura? In commercio esistono davvero numerosi prodotti, e tanti marchi rappresentano nomi affidabili in grado di offrire apparecchi di qualità che consentano di soddisfare ogni esigenza di ascolto. Tuttavia per ottenere il miglior rapporto qualità-prezzo è essenziale conoscere le principali caratteristiche che ne connotano il valore e il comfort di utilizzo: in questa guida spieghiamo come scegliere la migliore autoradio in base alle proprie necessità, tenendo presente alcuni fattori determinanti nella scelta. Un impianto audio all’interno della propria automobile è un accessorio indispensabile soprattutto per chi deve trascorrere molto del suo tempo in macchina, e i dispositivi oggi in commercio sono molto più che semplici strumenti tecnologici pensati per l’ascolto di stazioni radio.

Caratteristiche tecniche

Parlando nello specifico di caratteristiche tecniche, le autoradio in commercio devono essere valutate sulla scorta dei seguenti criteri:

  • Dimensioni
  • Ingressi
  • Formati compatibili
  • Display
  • Accessori

Cosa sono i DIN

Quando parliamo di dimensioni dell’autoradio, lo standard internazionale usato è il DIN, acronimo di Deutsches Institut für Normung, dal nome dell’istituto tedesco che ha fissato i termini del vano stereo nell’abitacolo. Sul mercato è possibile reperire impianti in due formati dimensionali, ovvero

  • 1 DIN con misure pari a 180 mm x 50 mm
  • 2 DIN con misure pari a 180 mm x 100 mm

Se il primo standard è quello più diffuso, l’altezza doppia del formato 2 DIN rende le autoradio di questa casistica non compatibili con qualsiasi tipo di abitacolo, per cui è bene informarsi prima.

Gli ingressi

Fondamentale nel funzionamento dell’autoradio è l’interfaccia del dispositivo attraverso i canali a disposizione: in sintesi i principali ingressi di un’autoradio sono

  • Sintonizzatore radio
  • Lettore CD
  • Ingresso AUX-in
  • Ingresso USB
  • Slot SD

Le moderne autoradio hanno la necessità di comunicare con strumenti digitali come chiavette USB e memorie SD, che permettono di avere un gran numero di brani musicali fra cui scegliere, ecco perché diventa importante anche selezionare il numero e la tipologia di formati compatibili.

Le sigle dei formati

Quando parliamo di formati disponibili nell’utilizzo della nostra autoradio, ci ritroviamo a che fare con un gran numero di sigle che è necessario saper decifrare prima di procedere all’acquisto, e che riguardano anche gli ingressi correlati. Ecco quali sono le principali da tenere presente:

su_note class=”box_evid_2″]

  • RDS – Acronimo di Radio Data System, permette di ricevere i segnali digitali e rimanere sintonizzati sullo stesso canale radio al variare della frequenza
  • DAB+ – Questa sigla indica il Digital Audio Broadcasting. ossia la tecnologia che consente di ricevere in maniera corretta i segnali digitali in formato testo, audio e immagini
  • ESP – Il cosiddetto Electronic Skip Protection è il dispositivo che permette al lettore CD di non saltare durante l’esecuzione di brani musicali a causa di sobbalzi e brusche frenate del veicolo
  • MP3 – Nome del file audio più diffuso e utilizzato, comprime le informazioni consentendo di archiviare un maggior numero di dati, sia su CD che su penna USB
  • WMA – Nato per competere con Mp3, ha una resa qualitativa superiore e può avere a sua volta diversi codec
  • WAV – Anch’esso sviluppato da Microsoft come il precedente, in collaborazione con IBM, compatibile anche su sistemi operativi Mac, ha dimensioni maggiori perché evita la compressione
  • AAC – Offre una qualità audio superiore al formato Mp3, è molto utilizzato nei sistemi DAB+, smartphone Apple e Youtube
  • FLAC – Formato audio sviluppato per evitare la perdita di dati, propone una qualità audio elevata e con una compressione inferiore a Mp3
[/su_note]

Display

Il display dell’autoradio cambia sensibilmente se ci riferiamo ad apparecchi 1 DIN o 2 DIN. Nel primo caso possiamo avere a che fare con

  • Display LCD
  • Display estraibile o removibile

Nelle autoradio con formato 2 DIN lo schermo fornisce molte più informazioni, addirittura consente di guardare film o fungere da navigatore satellitare, per cui assume un’importanza anche superiore. Quando si sceglie l’autoradio bisogna tenere presente

alcuni fattori strutturali importanti come il livello di luminosità, l’angolo di visione, la retroilluminazione dei tasti presenti sull’interfaccia. In generale un display estraibile o removibile fa salire notevolmente il prezzo di vendita, ma offre delle funzioni aggiuntive molto utili, a partire dall’interazione mediante uno schermo touchpad che permette di azionare i comandi con il semplice tocco delle dita.

Accessori

Concludiamo la nostra disamina analizzando quali possono essere gli eventuali accessori facoltativi presenti nell’autoradio, considerando quelli che a nostro avviso sono davvero utili o indispensabili, rispetto ad altri decisamente più esornativi.

  • Connessione Bluetooth
  • Comando da remoto
  • Frontalino removibile
  • Codice di accensione antifurto
  • Equalizzatore
  • Regolatore bassi

In generale le cosiddette features disponibili si dividono in quelle che migliorano il comfort di utilizzo, quelli pensati per la sicurezza e infine quelli che restituiscono un’esperienza di ascolto più soddisfacente: non tutte sono così imprescindibili, ma quelle indicate nell’elenco sovrastante sono sicuramente migliorie allettanti.

Sono editor e giornalista pubblicista, mi piace condividere la passione per la tecnologia e strumenti di uso quotidiano con altri utenti del web

Back to top
menu
elettronicaperveicoli.it